La crisi economica degli ultimi anni ha impresso una violenta trasformazione alle forme del lavoro. Gli effetti negativi sono ben noti, ma non si deve trascurare la comparsa di dinamiche nuove e ricche di potenzialità, come l’aumentata disponibilità all’aggregazione tra le imprese. Sono aumentate le reti d’impresa, e - grazie anche alla spinta alla cooperazione tra aziende - stanno cambiando anche i luoghi di lavoro.
I nuovi spazi del lavoro si saturano rapidamente perché offrono alle aziende non solo un luogo fisico ma anche e soprattutto un ecosistema innovativo, ricco di facilitazioni, di servizi, di stimoli e di opportunità. La domanda pare persistere ed espandersi, dalle aziende innovative alle imprese più tradizionali, disperatamente alla ricerca di fattori che le aiutino a ritrovare competitività.
In particolare, negli ultimi anni, l’innovazione “radicale” si è andata estendendo dal settore digitale ai settori produttivi manifatturieri. La comparsa e il consolidamento di nuove tecnologie “materiali” (come la stampa 3D, l’open hardware, il taglio laser etc.) hanno fatto parlare di nuova rivoluzione industriale e di radicale organizzazione dell’artigianato e della manifattura. E’ diventata accessibile la produzione di piccole quantità di oggetti, una sorta di autoproduzione che per un paese micro manifatturiero come l’Italia, rischia di essere una occasione straordinaria che non va perduta. 
E’ su questa frontiera, a cavallo tra innovazione digitale, start up, artigianato 2.0 e settori tradizionali, che si colloca il progetto “Co+Fabb”. 


APRE Co+Fabb: DA SETTEMBRE SPAZIO ALLA COLLABORAZIONE PRODUTTIVA 

Co+Fabb apre in zona Bicocca/Carroponte e vuole ospitare liberi professionisti, creativi, start up, aziende innovative in crescita, nuovi artigiani. In totale sono oltre 4000 mq dedicati alla produzione e alla collaborazione. Dal primo settembre 2014 saranno disponibili uffici di varie metrature e coworking. In una seconda fase ci saranno ristorazione, officine 2.0, spazi relax. Una comunità produttiva dove le imprese possono trovare servizi, competenze, opportunità, progetti, nuovi strumenti per la manifattura 2.0.

Vi aspettiamo in via Carducci, 39 a Sesto San Giovanni.

INFO
Per ulteriori informazioni, contattare: 
Sara Iacovaccio: s.iacovaccio@alchema.it, 349.2505945


ALCHEMA E FONDAZIONE MIKE
Alchema e Fondazione Mike Bongiorno hanno siglato un accordo di collaborazione finalizzato a:
  • studio e approfondimento congiunto dei concetti alla base dei fablab e di concept innovativi come Co+Fabb;
  • alla promozione congiunta di occasioni di analisi degli impatti delle nuove tecnologie digitali (con particolare riferimento alla stampa 3D e alla digital fabrication) sull'organizzazione del lavoro e della produzione, e sulla competitività delle piccole imprese;
  • a esplorare congiuntamente la possibilità di promuovere la diffusione in Italia e a livello internazionale di fablab, Co+Fabb e altri possibili format in cui educazione, creatività, innovazione e produzione possano convivere in modo sinergico.
In allegato l'Accordo Quadro.



Ċ
Sara Iacovaccio,
May 20, 2014, 4:38 AM
Ċ
Fabio Terragni,
Jun 26, 2014, 9:15 AM