Progetti


SIEC - Systems Integration Experience Community

posted Nov 4, 2016, 2:24 AM by Sara Iacovaccio   [ updated Apr 6, 2018, 3:05 AM ]


Alchema, in qualità di Segreteria Generale,  supporta lo sviluppo dell'Associazione SIEC.

SIEC raccoglie produttori e operatori di tecnologie per l’installazione e integrazione di sistemi audio video e controllo, che trovano applicazione in ambito retail, museale, produttivo e domestico. SIEC persegue la promozione e lo sviluppo delle tecnologie favorendo ogni iniziativa utile agli scopi istituzionali con attenzione alle attività di informazione e sensibilizzazione nei confronti delle Istituzioni, dell’importanza economica, occupazionale e strategica dei settori rappresentati.
Per approfondire: http://www.sieconline.it/

Spazi disponibili in Co+Fabb

posted Oct 14, 2016, 2:27 AM by Sara Iacovaccio   [ updated Oct 14, 2016, 3:12 AM ]

Disponibili immediatamente in Co+Fabb:

4 uffici (livello 1) raggiungibili tramite scale, ascensore e rampa carrabile dalle seguenti metrature:
no.1 di circa 20 mq
no.1 di circa mq 33
no.2 di circa mq 70

2 grandi spazi (mq 200 / livello -1) da adibire a uffici/laboratori, raggiungibili tramite scale, ascensore e rampa carrabile

Contattateci per ricevere la nostra migliore offerta!

Verso un'economia circolare

posted Oct 19, 2009, 10:41 PM by Sara Iacovaccio   [ updated Oct 14, 2016, 2:28 AM ]

Alchema ha firmato un accordo di partnership con EPEA Svizzera, per promuovere e sviluppare anche in Italia l’approccio conosciuto a livello internazionale come Cradle to Cradle (C2C). Alla base della circular economy, C2C è una filosofia della produzione e dei servizi basata sulla minimizzazione degli sprechi e dei rifiuti, sull’eco-efficacia, sulla massima compatibilità dei prodotti con i sistemi biologici. Lo scopo di C2C è andare oltre la mera razionalizzazione dell’uso delle risorse e delle materie prime, per arrivare a ripensare prodotti e servizi in modo da che possano entrare appieno nei cicli biologici. Il design C2C incorpora sistematicamente nella progettazione una quarta dimensione: il tempo. I flussi di materiali sono progettati in modo di essere il più possibile ciclici e il meno possibile lineari. Alchema e EPEA Svizzera offrono insieme alle imprese italiane la possibilità di ridisegnare i propri cicli produttivi, i propri prodotti e i propri servizi al fine di contenere sprechi e rifiuti, minimizzare l’energia e i materiali necessari, diminuire i costi di produzione e di smaltimento, eliminare ogni componente non pienamente compatibile con i sistemi naturali.

Infomobilità e Free Flow

posted Oct 19, 2009, 9:47 PM by Sara Iacovaccio   [ updated May 19, 2014, 1:34 AM ]

Un’informazione precisa e puntuale sullo stato del traffico e dei servizi di trasporto pubblico può migliorare in modo significativo la capacità di infrastrutture e mezzi. Non solo: può aiutare a scegliere la via più breve, la modalità più veloce, il tragitto più economico, oppure ad evitare ingorghi e problemi. Insomma, l’infomobilità può aiutare a migliorare la vita di chiunque si sposti: pendolari o turisti che siano. Infrastrutture e servizi “a pedaggio” (autostrade, parcheggi, zone a traffico limitato) hanno la necessità di rilevare il passaggio o la presenza di un veicolo. Per farlo ci sono molti modi, ma negli ultimi anni sono state sviluppate e sperimentate tecnologie e sistemi di grande efficacia, con pochi limiti tecnici e organizzativi. Alchema ha studiato le più importanti esperienze realizzate nel mondo e sta lavorando con enti locali per mettere a punto le migliori strategie e modelli di infomobilità. Sul tema del free flow, Alchema ha lavorato con soggetti privati del settore infrastrutture in Italia e all’estero, e sta collaborando con enti pubblici italiani interessati alla sua attuazione in ambito stradale e urbano, promuovendone l'applicazione in ambito urbano ed extraurbano.

Boat Ecology

posted Oct 19, 2009, 9:46 PM by Sara Iacovaccio   [ updated May 19, 2014, 1:34 AM ]

Eco-Efficiency in the Yachting World
Boat Ecology è un progetto sviluppato in rete d’impresa, il cui obiettivo è rendere più eco-compatibile il mondo della nautica da diporto, attraverso la fornitura di prodotti e soluzioni con una forte componente tecnologica in grado di ridurre tutti i principali fattori di impatto ambientale e migliorare l’efficienza delle imbarcazioni e la fruibilità dei porti. I partner dell’iniziativa, oltre ad Alchema, sono Avanzi, Montana, Greenville, RGS che, accomunate da una tensione etica, hanno deciso di testare forme di aggregazione positive e aggiuntive rispetto alle attività caratteristiche delle diverse imprese, cominciando dal settore della nautica sostenibile. Il settore della nautica, italiana in particolare, ha oggi più che mai la necessità di innovare processi e prodotti in senso ecosostenibile, sia per rispettare la legislazione a tutela del mare, che per indirizzare le esigenze di operare ristrutturazioni e valorizzazioni ed estendere la vita utile di imbarcazioni e porti. Boat Ecology rappresenta la prima iniziativa imprenditoriale di questo genere inEuropa: nasce dall’intuizione che l’innovazione nel settore della nautica possa rappresentare una rilevante opportunità di mercato e dalla consapevolezza che l’eccellenza italiana (con una market share globale del 50% per i mega yacht) possa fungere da traino per esportare le competenze delle singole imprese della rete e le soluzioni ecosostenibili sviluppate in sinergia, puntando a realizzare progetti pilota in Italia e allargare la propria presenza nei maggiori porti del Mediterraneo (Croazia, Francia, Spagna e Grecia). Il progetto, iniziato nel 2012, è co-finanziato da Regione Lombardia, in partnership con il Ministero dello Sviluppo Economico e il Sistema delle Camere di Commercio lombarde, nell’ambito del programma ERGON (Eccellenze Regionali a supporto della Governance e dell’Organizzazione dei Network di imprese).

Scoprite di più su: www.boatecology.com

1-5 of 5